Linea pedagogica

Il nido Casa Bimbi si ispira alla pedagogia attiva (corrente di pensiero nata alla fine del XIX secolo) che vede il bambino come protagonista attivo del processo educativo e non come ricevente passivo dell’azione dell’adulto.

Permettere al bambino di vivere attivamente la propria crescita in modo autonomo, senza pressioni o troppe stimolazioni da parte dell’educatrice.

Per questo scopo il contesto, l’ambiente e i giochi sono pensati e studiati nei dettagli, così da consentire al bambino di scoprire la realtà con la propria mano, vista come l’organo dell’intelligenza.


Tra gli esponenti principali di questa corrente pedagogica possiamo ricordare John Dewey e Maria Montessori.


“L’allievo deve essere libero di sperimentare per conto proprio, perché solamente attraverso la libertà si possono favorire la creatività e altre doti presenti già nella natura dei bambini” (M. Montessori)


Attraverso questo processo, il metodo fa comprendere l’importanza della disciplina, dando ai bambini le risorse per imparare a regolarsi da soli. 

La filosofia di una pedagogia attiva garantisce al bambino cura ed attenzione delle sue esigenze in un contesto sereno e piacevole, nel rispetto dei tempi e dei ritmi individuali, con stretta collaborazione e sostegno tra famiglia e personale educativo. 


Il nido che è luogo di incontro, dialogo, crescita ed interscambio tra genitori ed educatrici consente di incentivare e promuovere quei legami affettivi e significativi importanti nella prima infanzia. 


Solo con un dialogo costante e quotidiano, risulta possibile costruire rapporti basati sulla fiducia reciproca ed agire così insieme per il benessere dei bambini.


Per favorire la continuità nido-famiglia, oltre agli scambi quotidiani, sono utilizzate anche altre modalità comunicative:

  • Colloquio di ambientamento 
  • Incontri individuali tra educatrici e genitori 
  • Riunioni di sezione in caso di necessità
  • Questionario di gradimento per i genitori
  • Colloquio di conclusione anno educativo

Sono inoltre previsti degli strumenti individuati quali indicatori di valutazione:

  • Il Progetto educativo generale
  • Progetto individuale di ogni bambino
  • I quaderni giornalieri di registrazione dell’andamento individuale
  • Osservazione e rilevamento periodico delle competenze individuali dei bambini attraverso schede di osservazione
  • Riunioni d’equipe
  • Riunioni di rete con le altre strutture educative del territorio
  • Formazione permanente del personale educativo


Tenendo conto di questi elementi centrali, il nido propone attività ludico, creative, di scoperta che vanno ad interessare le seguenti aree di sviluppo:

  • Percezione sensoriale
  • Emotività/affettività
  • Autonomia
  • Socializzazione
  • Motricità globale
  • Linguaggio

Ogni attività proposta viene adeguata in base all’età di ogni singolo bambino.